Eventi

Shakti Yoga Siddhi della Menopausa

7 Giugno 2020 Avigliana (TO)

Siddhi è un termine sanscrito, utilizzato all’interno dell’Induismo e del Buddhismo tantrico, che può essere grossolanamente

tradotto in “facoltà spirituale” o “abilità psichica”. Tale “facoltà” viene acquisita attraverso delle pratiche spirituali yogiche corrette e costanti. Le siddhi femminili, a differenza delle siddhi yogiche classiche, danno il benvenuto all’energia e al potere che si muovono in te attraverso il corpo femminile, facendone vibrare la vitalità nei gesti naturali del quotidiano, che permettono la sopravvivenza e la salute della nostra specie. Seppure esse possano comparire spontaneamente in alcuni momenti chiave della vita di una donna, si manifestano nella più completa meraviglia ed autenticità solo se la loro importanza è compresa, sostenuta ed onorata a livello di consapevolezza personale e comunitaria.

 

Le siddhi femminili sono:

– Siddhi del menarca che apre alla sessualità femminile

– Siddhi della gravidanza

– Siddhi della nascita

– Siddhi della lattazione

– Siddhi del climaterio e della menopausa

Preparare il corpo, lungo l’arco di tutta la vita, ala Siddhi della Menopausa è di fondamentale importanza. L’attività fisica, lo stato emotivo/spirituale e lo stile alimentare hanno bisogno di variare nelle diverse età, anche a fronte dei cambiamenti ormonali che vivi. E’ sottovalutata, ma estremamente incisiva, la qualità del riposo durante l’arco di una vita di una donna. Tante volte viene scambiato per disturbo ormonale da peri o menopausa, ciò che in realtà è un esaurimento del sistema corpo-mente della donna, che per anni e anni ha tenuto il piede sull’acceleratore perché ritenuta eccellente nell’essere multi-tasking. Ma essere in grado di attivare la modalità multi-tasking non vuol dire che lo devi fare continuamente. Hai bisogno di riposare: Peri e Meno…Pausa…il corpo chiede semplicemente una Pausa! Tutte le pratiche consigliate sono adatte ad ogni momento di vita della donna l’alimentazione, il  movimento e il respiro, il riposo e il rilassamento, la voce e la danza sono strumenti utili, ad ogni età, per far fluire un’energia che si rinnova e, come tali, sono strumenti utili nel quotidiano sia nella gestione dei fastidi fisici, sia nell’accompagnarti nei tuoi vissuti emotivi, tra cui sempre più compare l’ansia.

A livello globale esistono donne già grandi di età che noi qui chiamiamo sagge. Portano avanti progetti ecologici ed umanitari restando connesse con la Terra e con i cicli dell’universo. Sono Donne connesse a se stesse e capaci di spendersi per il bene di altre donne. Sono donne il cui esempio e contributo è importante. Essere in menopausa non è una punizione, potrebbe invece essere il tuo nuovo spazio di rinascita.

 

Durante questa giornata insieme, andremo a Tessere Bellezza in questo viaggio interiore composto da semplici e potenti tappe iniziatiche da poter esplorare e condividere in cerchio.

 

La donna che entra in menopausa nel pieno del suo potenziale, proprio per sua natura diventa sacerdotessa, sciamana, guaritrice, veggente… Ella ha costante accesso alla dimensione di vita del mondo interiore, che è accessibile alle donne mestruali solo una volta la mese. Questa donna è già nel percorso del “Recupero dell’Anima” dei sette riti di passaggio a cui può portare presenza e pace. Nel suo viaggio mistico è invitata a “chiamare la barca” che la trasporterà nella Terra della sua anima per recuperare il suo Essere.

 

Primo rito – Evoca la barca

Nell’essere una donna in perimenopausa tendi a ritirarti dal mondo esterno per viaggiare verso le tue profondità che riflettono le profondità universali. Tante donne hanno dimenticato l’esistenza di questa dimensione. Nebbia mentale ed insonnia sono i primi sintomi delle donne che rievocano la barca che le porterà via dalla vita ordinaria.

 

Secondo rito – Apri le nebbie

Andando sempre più in profondità nel mondo sotterraneo, da non poter vedere più la riva, si raggiunge un luogo sacro nel quale si procreano idee, si ascoltano le intuizioni, si parla con i mondi. In questa fase puoi lasciar andare il controllo ed entrare nella tua realtà interiore che può sembrare una grande e confusa nebbia. Potresti manifestarsi la paura d’invecchiare e potresti scegliere di nasconderti dal giudizio della società.

 

Terzo rito – L’iniziazione

Una volta avvolta dalle nebbie della perimenopausa, potrebbe aumentare il livello di ansia. I drammatici sbalzi di umore, il fuoco che pervade il corpo, l’esaurimento, la sudorazione notturna, tutti i vecchi schemi del sistema biologico si stanno frantumando, senti il desiderio di voler saltare fuori dalla pelle, tutto spinge verso il proseguimento del viaggio.

Renderti disponibile può essere l’unica scelta, cavalcando le ondate di calore del fuoco che brucia e trasforma in qualcosa di nuovo.

 

Quarto rito – La ricerca della beatitudine

L’introspezione vera, è iniziata, si identificano gli errori del passato, tutto viene messo a rassegna, controllato, compreso le abitudini, le relazioni e gli obbiettivi. Ancora avvolta nelle nebbie, la vita viene messa in discussione.

Si cerca la libertà, il dolore viene rilasciato, si apre una nuova comunicazione e si pronuncia la verità. Si cerca la vita, si cerca il nuovo. Tutto viene ricordato, onorato.

 

Quinto rito – Bagno nelle acque di guarigione

Le acque si purificano e si entra nel flusso della saggezza. La sponda comincia ad essere visibile. Ora tutto può essere comunicato, lasciando che le persone attorno riscoprano una nuova donna. Vi è una connessione profonda con le meraviglie del proprio mondo interiore che ti porta a riconoscere la preziosità della solitudine.

 

Sesto rito – L’eternità della saggezza del sangue

La barca è sulla sponda della menopausa, da sciamana avanzi su un terreno stabile e inizi a sentire la tua radice come forza interiore. Il tuo ultimo flusso lunare ha già avuto luogo, l’aumento della chiarezza si fa sempre più vivido, la visione accade silenziosamente e ti rende sempre più saggia. I confini del tuo spazio allargato sono chiari, stabili e potenti. La saggezza del sangue supera la ciclicità e scorrerà dentro di te per sempre, nutrendoti di un magnetismo magico.

 

Settimo rito – La sciamana è riconosciuta

Riemergi con sicurezza e saggezza e raggiungi un cerchio di sciamane che ti riconoscono e ti rispettano come forza vitale e attiva nella trasformazione del mondo. Adesso sai come incanalare il nuovo senso di te, nel viaggio hai acquistato chiarezza, le fiamme si sono trasformate in passione pura, riesci a dirigere l’energia in tutte le direzioni.

Per info e prenotazioni: Francesca 324 561 08 18

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *